CONTATTI
INDIRIZZI
PRESTAZIONI OUTSORCING NEWS LINK SERVIZI ON LINE  AREA SUPPORTO CLIENTI
NEWS 
Indice News
FISCALE
VARIE
CAMERA DI COMMERCIO
INPS - INAIL - CAPE
Visualizza tutte le News
DETTAGLIO NEWS
ALBO GESTORI AMBIENTALI (procedure 2019)
Categoria VARIE
Data pubblicazione:25-06-2019
   
 

Cos'è:
L'Albo gestori ambientali è l'Albo nazionale delle imprese che
effettuano la gestione dei rifiuti e li conferiscono in discarica.
È disciplinato dal D. Lgs 152/06 e s.m.i. e dal D. Lgs 120/14
entrato in vigore il 07/09/2014.
Chi deve iscriversi ?
Tutte le aziende che:
- Raccolgono e trasportano i rifiuti urbani;
- Trasportano i propri rifiuti;
- Distribuiscono e installano AEE, trasportano RAEE in
nome dei distributori e installano e gestiscono centri di
assistenza tecnica di tali apparecchiature;
- Trasportano rifiuti conto terzi; Raccolta rifiuti effettuata da
associazioni di volontariato;
- Effettuano l’esercizio del trasporto transfrontaliero rifiuti;
- Svolgono attività di intermediazione e commercio di rifiuti
senza detenzione degli stessi;
- Eseguono bonifiche di siti;
- Eseguono bonifiche dei beni contenenti amianto;   

Categorie di iscrizione:
Categoria 1: raccolta e trasporto di rifiuti urbani
Raccolta e trasporto di rifiuti urbani (allegato A Delibera n. 8 del
12/09/2017) Sottocategorie di cui all’allegato D della Delibera n. 5
del 03/11/2016 come modificata dalla Delibera n. 8 del 12/09/2017
D1 Sottocategoria raccolta differenziata, rifiuti ingombranti e
raccolta multimateriale
• Frazione organica
• Carta e cartone
• Vetro
• Multimateriale (Vetro/plastica/metalli)
• Ingombranti
• Altro
D2 Sottocategoria attività esclusiva di raccolta differenziata e trasporto
di una o più delle seguenti tipologie di rifiuti urbani: Abbigliamento
e prodotti tessili (20 01 10, 20 01 11); batterie e accumulatori
(20 01 33* e 20 01 34); farmaci (20 01 31* e 20 01 32); cartucce
toner esaurite (20 03 99) e toner per stampa esauriti (08 03 18 e
16 02 16) (p. 4.2 all.1 DM 8-4-2008, mod. D.M. 13 maggio 2009;
oli e grassi commestibili (20 01 25)
D3 Sottocategoria raccolta e trasporto di rifiuti urbani nelle aree portuali
D4 Sottocategoria raccolta e trasporto di rifiuti vegetali provenienti
     da aree verdi e rifiuti provenienti da aree e attività cimiteriali
D5 Sottocategoria attività esclusiva di trasporto di rifiuti urbani da
      impianti di stoccaggio/centri di raccolta a impianti di recupero
     o smaltimento
D6 Sottocategoria raccolta e trasporto di rifiuti giacenti sulle strade
      urbane, extraurbane e autostrade di cui all’articolo 184, comma 2,
      lettera d), D.lgs. 152/06
D7 Sottocategoria raccolta e trasporto di rifiuti abbandonati sulle
spiagge marittime e lacuali e sulle rive dei corsi d’acqua
Attività di spazzamento meccanizzato (allegato B Delibera n.8
del 12/09/2017)
Attività di gestione centri di raccolta (Delibera n. 2 del 20/07/2009).
Categoria 2: ABROGATA (sono fatte salve le iscrizioni in essere
                       alla data di entrata in vigore del D. Lgs. 205/2010)
Categoria 2bis: produttori iniziali di rifiuti non pericolosi che
effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti,
nonché i produttori iniziali di rifiuti pericolosi che effettuano
operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti pericolosi in
quantità non eccedenti trenta chilogrammi o trenta litri al giorno
di cui all’articolo 212, comma 8, del d.lgs.3 aprile 2006, n. 152.
Categoria 3: ABROGATA (sono fatte salve le iscrizioni in essere
                       alla data di entrata in vigore del D. Lgs. 205/2010)
Categoria 3bis: distributori e installatori di apparecchiature elettriche
ed elettroniche (AEE), trasportatori di rifiuti di apparecchiature
elettriche ed elettroniche in nome dei distributori, installatori e
gestori dei centri di assistenza tecnica di tali apparecchiature di cui
al decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e
del mare di concerto con i Ministri dello sviluppo economico e
della salute, 8 marzo 2010, n. 65.
Categoria 4: raccolta e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi.
Categoria 5: raccolta e trasporto di rifiuti speciali pericolosi.
Categoria 6: imprese che effettuano il solo esercizio dei trasporti
                    transfrontalieri di rifiuti di cui all’art.194, comma 3,
                    del d.legislativo 3 aprile 2006, n. 152.
Categoria 7: operatori logistici presso le stazioni ferroviarie, gli
interporti, gli impianti di terminalizzazione, gli scali merci e i porti
ai quali, nell’ambito del trasporto intermodale, sono affidati rifiuti
in attesa della presa in carico degli stessi da parte dell’impresa
ferroviaria o navale o dell’impresa che effettua il successivo trasporto
(CATEGORIA NON ANCORA ATTIVA)
Categoria 8: intermediazione e commercio senza detenzione dei
                     rifiuti stessi
Categoria 9: bonifica di siti
Categoria 10: bonifica dei beni contenenti amianto
Categoria 10A: attività di bonifica di beni contenenti amianto effettuata
                 sui seguenti materiali: materiali edili contenenti amianto
                 legato in matrici cementizie o resinoidi.
Categoria 10B: attività di bonifica di beni contenenti amianto effettuata
sui seguenti materiali: materiali d'attrito, materiali isolanti (pannelli,
coppelle, carte e cartoni, tessili, materiali spruzzati, stucchi, smalti,
bitumi, colle, guarnizioni, altri materiali isolanti), contenitori a
pressione, apparecchiature fuori uso, altri materiali incoerenti contenenti amianto.
Dove iscriversi ?
La domanda di iscrizione all’Albo deve essere presentata alla Sez.
Regionale nel cui territorio è stabilita la sede legale dell’impresa.
Per la Lombardia, il modulo di iscrizione va presentato alla sezione
regionale dell'Albo Gestori Ambientali, istituita presso la Camera
di Commercio di Milano.
Come iscriversi ?
Dal 1° Giugno 2015 tutte le istanza all'Albo Gestori Ambientali
dovranno essere inoltrate telematicamente.
L'istanza dovrà essere compilata on-line, firmata digitalmente o
con firma autografa del legale rappresentante dell'impresa.
Una volta ricevuta la richiesta telematica, l'ufficio invierà, tramite
email, la ricevuta di protocollazione dell'stanza.
TEMPISTICA RILASCIO DELL’AUTORIZZAZIONE
È di circa 60gg.dall'invio della domanda, per poter operare l'impresa
dev'essere provvista dei provvedimenti di iscrizione in originale.
SANZIONI
L'articolo n256. Lgs 152/2006 dispone che chiunque effettua una
attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio ed
intermediazione di rifiuti in mancanza della prescritta autorizzazione,
iscrizione o comunicazione è punito:
• con la pena dell’arresto da tre mesi a un anno o con l’ammenda da
duemilaseicento euro (€ 2.600,00) a ventiseimila euro (€ 26.000,00)
se si tratta di rifiuti non pericolosi;
• con la pena dell’arresto da sei mesi a due anni e con l’ammenda
da duemilaseicento euro (€ 2.600,00) a ventiseimila euro (€ 26.000,00)
se si tratta di rifiuti pericolosi.
Ricordiamo che, in base all'art.193 “TRASPORTO DEI RIFIUTI”
d.lgs.152/06, i rifiuti devono sempre essere accompagnati da un
Formulario di identificazione che deve essere numerato e vidimato
dagli uffici dell'Agenzia delle entrate e dev'essere redatto in quattro
esemplari, compilato, datato e firmato dal produttore dei rifiuti e
controfirmate dal trasportatore che in tal modo dà atto di aver
ricevuto i rifiuti.
Una copia del formulario deve rimanere presso il produttore e le
altre tre, controfirmate e datate in arrivo dal destinatario, sono
acquisite una dal destinatario e due dal trasportatore, che provvede
a trasmetterne una al predetto produttore dei rifiuti.
Le copie del formulario devono essere conservate per cinque anni.

Ricordiamo che siamo abilitati anche per queste operatività,
contattateci anche per ogni chiarimento. 

I SUPPORTI BS SRL - info@isupportibs.it

   
 
 
 
» 
Vedi le altre News della categoria VARIE
   
   
HOME | CONTATTI
PRESTAZIONI | OUTSORCING | NEWS | LINK UTILI | SERVIZI ON LINE | AREA SUPPORTO CLIENTI
I Supporti bs Srl 2003 design by Cad&Web